REGNO UNITO – AstraZeneca ha reso noto che la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha concesso l'approvazione a Tagrisso® (AZD9291), un farmaco in compresse indicato per il trattamento di pazienti affetti da tumore del polmone non a piccole cellule (NSCLC) in fase metastatica, che risulti positivo alla mutazione T790M del gene EGFR e che sia in progressione durante o dopo una terapia di prima linea mediante inibitori delle tirosin-chinasi (TKI) diretti contro il 'recettore del fattore di crescita epidermico' (EGFR).

Attualmente, AZD9291 rappresenta l'unico farmaco specificamente approvato per le persone che sono colpite da NSCLC metastatico positivo alla mutazione T790M, pazienti che, a causa di questa particolare anomalia genetica, sviluppano una resistenza al trattamento con inibitori delle tirosin-chinasi.

Sulla base dei promettenti risultati ottenuti in fase di sperimentazione e grazie ad una serie di designazioni concesse dalla FDA (Fast Track, Breakthrough Therapy, Priority Review, Accelerated Approval), AZD9291 ha potuto seguire un programma di sviluppo caratterizzato da una notevole rapidità, giungendo all'approvazione dopo poco più di due anni e mezzo dall'inizio dei primi studi clinici.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il comunicato stampa aziendale.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni