Johnson & Johnson e Pharmacyclics hanno presentato, nel corso del Congresso dell’American Society of Hematology (ASH) di New Orleans,  i risultati ottenuti da un’analisi di estensione di uno studio di Fase II sul farmaco sperimentale Ibrutinib applicato al trattamento della Leucemia Linfatica Cronica (LLC).
Lo studio ha coinvolto 148 pazienti affetti da tale forma leucemica o da  leucemia linfocitica a piccole cellule, di cui 31 naive mentre il restante era stato sottoposto a precedente terapia ma mostrava una ricaduta.

A seguito del trattamento con Ibrutinib, quasi tutti i soggetti naive (96%) e circa tre quarti dei soggetti precedentemente trattati non hanno mostrato segni di progressione della malattia.

Leggi la notizia completa su “Pharmastar”.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni