Anche per i pazienti italiani è ora disponibile l'antitumorale idelalisib, un inibitore orale dell'enzima PI3K-delta, indicato per due patologie ematologiche molto gravi: la leucemia linfatica cronica (LLC) e il linfoma follicolare (LF), il sottotipo più comune di linfoma non-Hodgkin indolente.

È stata, infatti, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale (GU Serie Generale n. 198 del 27 agosto) la Determina di Aifa 13 agosto 2015 contenente il regime di rimborsabilità e il prezzo del farmaco a cui è stato attribuito il requisito di innovazione terapeutica al quale, tra le altre cose, consegue l'inserimento nel fondo per i farmaci innovativi.

Sviluppato da Gilead Sciences, il prodotto é disponibile dall'11 settembre e viene commercializzato con il nome di Zydelig nella dose raccomandata da 150mg. É disponibile anche la formulazione da 100mg.

Nel caso della LLC il farmaco è indicato, in particolare, in associazione con rituximab per il trattamento di pazienti adulti già sottoposti ad almeno una terapia in precedenza oppure come trattamento di prima linea in presenza di una delezione 17p o una mutazione TP53 in pazienti non idonei alla chemioimmunoterapia.

Nei pazienti con linfoma follicolare, invece, l’indicazione è la seguente: il trattamento in monoterapia di soggetti adulti refrattari a due precedenti linee di trattamento.

Il nuovo antitumorale sarà dispensato dal Servizio sanitario nazionale in fascia H, dietro ricetta non rinnovabile dei centri ospedalieri o degli specialisti.

Per ulteriori informazioni consulta la notizia completa qui.

Sportello legale

L'esperto risponde

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni