Ricerca

Sanofi premierà i progetti innovativi sul fronte della ricerca e della gestione del paziente. Candidature aperte fino al 7 febbraio 2022

Milano – C’è tempo fino al 7 febbraio 2022 per partecipare a “Research to Care - Onco-hematology Edition”, il bando di finanziamento alla ricerca indipendente promosso da Sanofi, la cui nuova edizione 2021 è interamente dedicata al mieloma multiplo. In palio 100mila euro, messi a disposizione dalla divisione Specialty care Sanofi Genzyme, per i due progetti che dimostreranno la maggior spinta all'innovazione per la cura dei pazienti.

“Research to Care - Onco-hematology Edition” nasce con lo scopo di valorizzare progetti di ricerca scientifica e di trasferimento tecnologico, riservando un’attenzione particolare a ricerche innovative sia nel campo della ricerca di base sia in quella applicativa, che abbiano come elemento distintivo la centralità del paziente e la sua assistenza.

Il bando è rivolto a Università, Ospedali, Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS), o altri enti di ricerca, pubblici o privati, con sede nel territorio italiano. I progetti presentati dovranno essere innovativi e volti all’incremento delle conoscenze scientifiche e/o al miglioramento della qualità di vita dei pazienti. Quattro le aree di interesse del Bando: identificazione di nuovi target per il trattamento del mieloma multiplo; studio dei meccanismi di resistenza/cross resistenza delle cellule di mieloma multiplo ai farmaci immunoterapici esistenti; mieloma multiplo e pandemia da COVID-19; organizzazione ospedale-territorio dell’assistenza dei pazienti con mieloma multiplo: approccio multidisciplinare clinico/farmaco-economico.

“Il mieloma multiplo rappresenta ancora una sfida terapeutica aperta: si tratta di un tumore del sangue difficile da trattare, progressivo, complesso e dal quale attualmente purtroppo non si guarisce”, sottolinea Mariangela Amoroso, Medical Lead Sanofi Italia & Medical Head per Sanofi Genzyme. “Le persone che ne soffrono continuano generalmente a presentare recidive nel tempo, nonostante ripetuti cicli di trattamento, verso i quali spesso diventano refrattari. Questi pazienti hanno bisogno di nuove opzioni di terapia oppure di nuovi approcci al trattamento. È proprio per questo che abbiamo deciso di dedicare una nuova edizione del nostro bando proprio a questa patologia, con l’obiettivo di stimolare l’attività di ricerca indipendente attraverso il sostegno a progetti innovativi, che facciano la differenza in termini di conoscenza scientifica, trasferibilità alla pratica clinica, impatto sull’assistenza dei pazienti”.

Alla chiusura del bando, i progetti saranno valutati da una giuria indipendente composta da 5 membri, esperti nelle aree oggetto del bando, e presieduta da Mario Boccadoro, Professore Emerito del Dipartimento di Biotecnologie Molecolari e Scienze per la Salute presso l'Università degli Studi di Torino. La premiazione è prevista per aprile 2022.

Clicca qui per conoscere i criteri di selezione e le modalità di candidatura dei progetti.

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni