Il codice di esenzione del linfedema ereditario è RGG020 (afferisce al gruppo "Linfedemi primari cronici").

Consulta il nostro servizio L'ESPERTO RISPONDE: clicca QUI per accedere alla sezione dedicata a linfedema e lipedema.

Pierpaolo Sileri

L’ennesima denuncia dei pazienti, ora presentata dalla senatrice Binetti: “Abbandonati a noi stessi, paghiamo le cure di tasca nostra”

Promettiamo ai pazienti un impegno concreto: garantire entro 6 mesi la fornitura di guaine elasticizzate e sviluppare una rete territoriale dedicata ai pazienti affetti da linfedemi primari cronici. Questa è la risposta che il Viceministro della Salute Sileri si è assunto il 10 settembre scorso nel rispondere all’interrogazione parlamentare presentata dalla senatrice Binetti.

tutore elastico

Il deputato Raffaele Nevi ha chiesto al Ministro della Salute di provvedere, quanto prima, all'emanazione dei decreti attuativi dei nuovi LEA

Pubblicare senza esitazioni i decreti attuativi dei nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) per dare una risposta ai pazienti affetti da linfedema. Questa la richiesta indirizzata pochi giorni fa da Raffaele Nevi, deputato di Forza Italia, al Ministro della Salute Giulia Grillo. Il parlamentare umbro ha depositato un’interrogazione in cui spiega che solo l’entrata in vigore dei decreti attuativi dei nuovi LEA sarebbe in grado di garantire la fornitura di tutori e dispositivi alle persone colpite dalle varie forma di questa patologia.

Anche in Italia quest’anno il 6 marzo sarà il LymphAday (Lymphedema Awareness Day), la Giornata Mondiale del Linfedema: istituita lo scorso anno dal Senato americano, celebrata in tutto il mondo e promossa, qui per la prima volta, dalla Beautiful After Breast Cancer Italia Onlus. Per l’occasione i massimi esperti in materia e le principali associazioni di pazienti si incontreranno in un evento in collaborazione con il Centro per il Trattamento Chirurgico del Linfedema della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma, aperto lo scorso anno e diretto dalla Prof.ssa Marzia Salgarello - Direttore UOC Chirurgia Plastica e presidente della BABC: un centro d’avanguardia per il trattamento del linfedema grazie alle competenze microchirurgiche e alla strumentazione di ultima generazione di cui dispone, che offre ai pazienti affetti da questa patologia le nuove tecniche microchirurgiche quali anastomosi linfaticovenulari e trapianto autologo di linfonodi.

Sarà il Piemonte a ospitare a luglio, per la prima volta in Italia, il campo internazionale dedicato a bambini e ragazzi affetti da Linfedema primario, una rara anomalia del sistema linfatico che provoca accumuli eccessivi di linfa soprattutto a livello degli arti inferiori, che possono gonfiarsi in modo abnorme, ma nei casi più gravi l’edema interessa anche arti superiori, volto o genitali.

Ottimi risultati conseguiti negli ultimi 5 anni dall'Azienda Ospedaliera Universitaria Senese grazie al percorso per il trattamento del linfedema, un accumulo anomalo di linfa di solito presente a livello degli arti, o per un'anomalia congenita del sistema linfatico oppure perché vengono asportate le stazioni linfoghiandolari ascellari o inguinali per ragioni di radicalità oncologica.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni