Chad Gilbert

Il chitarrista dei New Found Glory: “Ho incontrato un fantastico endocrinologo che ha saputo riconoscere questo rarissimo tumore”

Da un lato un tumore raro, sconosciuto al grande pubblico ma subdolo per la sua caratteristica di ‘mascherarsi’ e non farsi riconoscere facilmente, dall’altro il giovane chitarrista di un gruppo musicale famoso in tutto il mondo. Il primo è il feocromocitoma, un tumore neuroendocrino estremamente difficile da diagnosticare; il secondo è Chad Gilbert, chitarrista e fondatore dei New Found Glory. Sono questi i protagonisti di uno spiacevole incontro - che si spera vedrà il chitarrista prevalere sulla malattia - avvenuto a pochi giorni da Natale.

Tutto ha avuto inizio il 5 dicembre, quando la moglie di Gilbert lo ha trovato a letto, privo di sensi. Già da qualche tempo il cantante e chitarrista statunitense non stava bene e si svegliava la mattina madido di sudore. Allarmata, la donna ha subito praticato la respirazione bocca a bocca al marito e ha chiamato il pronto soccorso.

I dettagli di questi attimi frenetici sono stati riassunti dallo stesso Gilbert in un post sul suo profilo Instagram: l’uomo ricorda di essersi risvegliato in stato confusionale, circondato da 7 paramedici che da vari minuti tentavano di rianimarlo, dal momento che non stava più respirando normalmente, con rantoli brevi e poco frequenti tipici delle persone prossime alla morte. Gilbert è stato tradotto in ospedale dove è stato prontamente sottoposto a una serie di analisi che hanno rivelato un drastico calo del livello di glucosio circolante nel sangue; se la moglie non lo avesse trovato e non fosse intervenuta, con molta probabilità Chad sarebbe caduto in coma e morto.

Il racconto del chitarrista su Instagram prosegue spiegando come i medici, anche nei giorni successivi, abbiano continuato a sottoporlo agli esami di approfondimento per sviscerare l’origine di quel drastico calo glicemico associato a un rialzo della pressione sanguigna, nonostante a Chad fossero state somministrate diverse flebo e i farmaci per la pressione. L’angelo del Natale di casa Gilbert è stato un medico specializzato in endocrinologia che ha visitato il chitarrista e, dopo un accurato esame clinico e una serie di domande, confrontando anche i dati raccolti, ha posto la diagnosi di feocromocitoma.

Il feocromocitoma è un raro tumore che, nella stragrande maggioranza dei casi, si sviluppa a partire dalle cellule del surrene e provoca un forte squilibro ormonale. Al gruppo dei feocromocitomi appartengono sia forme secernenti che non secernenti: quelle secernenti provocano la liberazione di catecolamine e producono una sintomatologia simile a quella degli attacchi d’ansia, con tachicardia, senso di palpitazione, sudorazione e crisi ipertensive associate a cefalea improvvisa, manifestazioni che sono suscitate, appunto, dall’effetto delle catecolamine sul sistema nervoso centrale. La prima opzione terapeutica per questo tipo di tumore è la chirurgia e infatti, dopo la diagnosi, a Chad Gilbert sono state subito eseguite una TAC e una risonanza magnetica per pianificare l’intervento operatorio, che è stato poi eseguito a metà dicembre.

Nei post comparsi nei giorni scorsi su Instagram, Chad continua a ringraziare il personale ospedaliero, i medici e gli infermieri che si sono presi cura di lui, e anche a rassicurare i suoi numerosi fan: sembra che l’intervento sia andato bene e che il chitarrista sia già potuto tornare a casa per ricongiungersi con i figli e la moglie che gli ha salvato la vita. Il suo percorso terapeutico è ancora all’inizio perché Chad dovrà sottoporsi ad ulteriori analisi per accertarsi che le cellule del feocromocitoma non abbiano raggiunto i linfonodi e si siano poi diffuse ad altri organi. Tuttavia, questi quindici terribili giorni di dicembre sembrano fortunatamente finiti e presto Chad potrebbe anche tornare a suonare la chitarra insieme agli altri membri dei New Found Glory.

Sportello legale OMaR

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

7 Giorni Sanità

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Nico è così

"Nico è così" - Un romanzo che dà voce ai giovani con emofilia

Partner Scientifici

Media Partner



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni