Vaccinazione Covid 19: la campagna vaccinale della Regione Campania

Dal 3 maggio 2021 priorità vaccinale a tutte le malattie rare in possesso di codice di esenzione

La regione Campania ha attribuito la massima priorità vaccinale a tutti i malati rari titolari di un codice di esenzione R, che finalmente potranno accedere alla vaccinazione anti-Covid 19. La notizia è stata ufficializzata il 3 maggio, con una nota dell'Unità di Crisi della Regione Campania che estende di fatto la priorità vaccinale all’intero elenco delle patologie dell'intero Allegato 7 dei LEA del 12.01.2017.


Per la gestione della campagna vaccinale la regione Campania ha creato una piattaforma online su cui manifestare la propria adesione alla somministrazione del vaccino anti Covid-19. A tale piattaforma si accede andando sulla pagina "Sinfonia e covid" della Regione da questo link. L’adesione alla campagna si manifesta inserendo il codice fiscale e il numero della tessera sanitaria. Ancora però non è stato stabilito un percorso chiaro per i pazienti fragili e i loro caregiver.

Per quanto riguarda i caregiver, sul sito pmi.it economia e mercati, consultabile a questo link, si legge che possono prenotarsi tramite il portale della Regione non solo i cittadini con disabilità fisica, sensoriale, intellettiva, psichica, ai sensi della legge 104/1992 art.3 comma 3, ma anche i loro conviventi e caregiver.

Sul sito della Regione Campania, è consultabile a questo link un chiarimento sulle modalità di adesione al vaccino da parte delle categorie fragili. Si legge che “Si chiarisce che i cittadini campani appartenenti alla fascia di età 70-79 anni che hanno già aderito alla vaccinazione sulla piattaforma a loro riservata, nel caso in cui si trattasse di pazienti con disabilità grave, sono già presi in carico dal sistema e non dovranno più ripetere l'operazione: come tutti gli ultrasettantenni con patologie gravi basterà certificare la propria patologia al momento della vaccinazione. Si chiarisce inoltre, come già comunicato nei giorni scorsi direttamente agli interessati, che le credenziali per i medici di medicina generale per l'accesso alla piattaforma regionale, sono le stesse che utilizzano per collegarsi con la piattaforma "Sinfonia" per visualizzare gli assistiti a loro assegnati”.

LE FASI DELLA CAMPAGNA

La piattaforma per le prenotazioni online del vaccino è stata avviata l’1 febbraio. La campagna vaccinale è iniziata con gli ultraottantenni e, a metà febbraio, la piattaforma è stata aperta anche al personale scolastico. Dal 4 marzo sono state attivate le prenotazioni per le categorie del personale universitario e delle forze dell'ordine. Al momento dell’adesione, è necessario inserire un indirizzo email e un recapito telefonico, che saranno utilizzati in fase di convocazione per la somministrazione della prima dose del vaccino. La piattaforma richiede la verifica del numero telefonico fornito tramite un codice inviato via SMS. Sarà poi cura del centro vaccinale procedere con la successiva convocazione, che avverrà al termine della prima fase della campagna, quindi al termine della somministrazione delle seconde dosi a chi si è già vaccinato con la prima. Con riguardo ai pazienti fragili, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, lo scorso venerdì ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: «Dalla prossima settimana inizieranno le vaccinazioni per le persone disabili, i malati cronici, le persone fragili. Il problema è che il vaccino Pfizer, necessario per queste categorie, non c'è nella misura necessaria (…) In Campania sono un milione i cittadini della categoria fragili mentre noi viaggiamo su forniture di 20mila dosi al mese». 

Dopo gli ultraottantenni, quindi, la Campania inizia la vaccinazione dei pazienti più fragili. I primi fragili ad essere vaccinati saranno i pazienti oncologici. Inizierà infatti martedì 16 marzo la vaccinazione dei pazienti oncologici ed ematologici dell'Istituto dei tumori di Napoli. Il vaccino sarà il Pfizer e i soggetti da sottoporre alla vaccinazione verranno individuati direttamente dagli oncologi che conoscono le loro condizioni di salute.

A partire da mercoledì 17 marzo, i medici di medicina generale devono inserire sulla piattaforma telematica della Regione Campania le adesioni alla campagna vaccinale dedicata, come da protocollo del Ministero della Salute, dei pazienti di elevata fragilità (Categoria 1: persone estremamente vulnerabili, disabilità grave). Dopo l’inserimento, i pazienti fragili saranno convocati presso i centri abilitati alla somministrazione. I tempi delle vaccinazioni (Pfizer) saranno legati alla disponibilità dei vaccini.

Sul sito della Regione, consultabile a questo link,  in un comunicato del 9 marzo scorso, si legge che: “ In relazione alla campagna vaccinale in atto, si comunica che la Regione Campania nell’ambito delle convocazioni del personale scolastico, procederà a raccogliere le adesioni anche dei docenti residenti in Campania che svolgono la loro professione fuori regione. Nella platea, saranno considerati anche i docenti universitari. Si chiarisce inoltre, che le priorità che saranno seguite nella campagna vaccinale, sono le seguenti: personale sanitario, ultraottantenni, categorie fragili e disabili, personale scolastico e forze dell’ordine, servizi pubblici essenziali”.

Da mercoledì 17 marzo è aperta la piattaforma (https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino) per le adesioni alla campagna vaccinale riservata alla categoria degli insegnanti di scuole e università che risiedono in Campania ma svolgono il proprio lavoro fuori regione.

In data 23 marzo La FISH Campania ha reso noto, tramite le pagine di Superando.it, che, a seguito della segnalazione da parte della stessa Federazione di medici di medicina generale che si stavano rifiutando di procedere alla prenotazione della vaccinazione, la Regione ha attivato anche la piattaforma per la prenotazione diretta delle vaccinazione per i pazienti fragili e per i loro caregiver.

A Napoli nasce il numero verde dei medici per chiedere informazioni sul vaccino

I medici napoletani hanno istituito un numero verde 800.95.44.27 per le vaccinazioni Covid-19 che sarà attivo a partire da lunedì 22 marzo, dalle ore 9 alle ore 14. Il servizio nasce da un accordo dell'Ordine dei Medici di Napoli con la ASL Napoli 1 Centro. Alle telefonate risponderanno 80 medici in pensione, disponibili a chiarire i dubbi clinici sulla somministrazione del vaccino. I cittadini di Napoli potranno dunque chiedere informazioni sulla campagna vaccinale Covid-19 chiamando il numero verde.

 

Leggi anche:

Vaccino COVID-19, malattie rare e disabilità: tutto quello che c’è da sapere

 Sportello legale OMaR

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Malattie rare - Guida alle nuove esenzioni

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni