La FDA ha approvato ruxolitinib

In seguito allo studio di Fase III RESPONSE, la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha approvato l'impiego di ruxolitinib per la terapia dei pazienti con policitemia vera intolleranti o non rispondenti all'idrossiurea.

I risultati sono stati presentati da Alessandro Vannucchi, dell’Università di Firenze, in occasione dell’ultimo congresso della European Hematology Association (EHA).

“Al momento non esistono trattamenti efficaci per la policitemia vera e i pazienti sono esposti al rischio di complicanze, tra cui infarto e ictus – ha affermato Vannucchi - Il controllo dell’ematocrito è un obiettivo terapeutico fondamentale nella policitemia vera; mantenere un ematocrito inferiore al 45% ha dimostrato di diminuire il rischio di morte per cause cardiovascolari e di eventi trombotici maggiori”.

Per leggere l'articolo completo clicca qui.

 

 

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni