Invalidità civile, handicap, esenzioni, lavoro: tutto ciò che c’è da sapere

Le patologie oncologiche non sono tutte uguali. Alcune sono estremamente comuni ed oggi assolutamente curabili. Altre possono essere cronicizzate, altre ancora non lasciano speranza. Che si tratti di tumori rari o diffusi, ciò che vogliamo sottolineare oggi è che chi è affetto da tumore ha dei diritti in ambito socio sanitario.

Per prima cosa i malati oncologici hanno diritto all’invalidità civile. Secondo le tabelle ministeriali di valutazione (D. M. Sanità 5/2/1992), tre sono le percentuali di invalidità civile per patologia oncologica:

- per neoplasie a prognosi favorevole con modesta compromissione funzionale l'11%

- per neoplasie a prognosi favorevole con grave compromissione funzionale il 70%

- per neoplasie a prognosi infausta o probabilmente sfavorevole nonostante asportazione chirurgica il 100%

Il riconoscimento dell’invalidità va richiesto immediatamente dopo aver ottenuto la diagnosi, presentandola all'Ufficio Invalidi Civili della ASL di residenza. Se oltre a richiedere il riconoscimento dell'invalidità civile (L. 118/1971), si vuole usufruire anche dei benefici previsti dalla legge sull'handicap (L. 104/1992), è bene indicarlo subito, per poter essere sottoposti a una sola visita medico-legale al posto di due.

La Legge 80/2006 (art. 6) ha disposto un iter di accertamento accelerato a carico della Commissione medica della ASL in caso di malattia oncologica. La visita di accertamento dovrà infatti essere effettuata entro 15 giorni dalla data della domanda e gli esiti dell'accertamento dovranno essere immediatamente produttivi dei benefici che da essi conseguono.

Il malato di cancro ha diritto all'esenzione dal pagamento del ticket per farmaci, visite ed esami appropriati per la cura del tumore da cui è affetto e delle eventuali complicanze, per la riabilitazione e per la prevenzione degli ulteriori aggravamenti.

Il riconoscimento di una invalidità civile del 100% dà diritto all'esenzione totale del pagamento del ticket per farmaci e visite per QUALSIASI patologia.

LA DOMANDA DI ESENZIONE dal pagamento del ticket deve essere presentata alla ASL territorialmente competente, allegando:

- tessera sanitaria

- codice fiscale

- documentazione medica, specialistica o ospedaliera attestante la malattia o il verbale ASL/Inps da cui risulti il riconosciemnto di un'invalidità civile del 100%.

La tessera di esenzione è rilasciata dalla ASL dopo valutazione della domanda, ed è personale. Può recare il codice 048 (patologie neoplastiche) o C01 (invalidità civile totale). La tessera con esenzione 048 dà diritto a ricevere gratuitamente le prestazioni mediche e sanitarie (presso strutture pubbliche o convenzionate) e i farmaci correlati alla cura della patologia tumorale diagnosticata.

Se reca il codice C01 dà diritto a ricevere gratuitamente le prestazioni mediche e sanitarie e i farmaci per qualsiasi patologia.

Per saperne di più e per approfondire i diritti che riguardano il lavoro, le prestazioni assistenziali e le modalità di presentazione necessarie a ottenerle scarica la Guida redatta da AIMaC - Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici a questo link

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni