Saranno sperimentati i farmaci Trabectidina e Nintedanib. Per sostenere le famiglie è attivo il progetto Mai DA SOLI

L’incidenza del mesotelioma, raro tumore maligno della pleura (mesotelioma pleurico), è in continuo aumento nel nostro Paese. Si tratta di una patologia tipicamente correlata ad una pregressa esposizione all’amianto che, nella maggior parte dei casi, è di origine professionale. Negli ultimi anni i decessi causati dal mesotelioma sono saliti più di 50 all’anno.

Dal congresso Californiano le ultime novità sulla lotta alla malattia

USA - Numerosi esperti internazionali si sono riuniti il 18 maggio 2013, durante il 3rd Annual International Symposium on Lung-Sparing Therapies for Malignant Pleural Mesothelioma (Santa Monica, California), per discutere delle più recenti scoperte scientifiche in merito alle nuove terapie lung-sparing utilizzate per la cura del mesotelioma pleurico maligno (MPM), una rara forma di cancro che generalmente colpisce la pleura e che è correlata all'esposizione alle fibre aerodisperse d'amianto.

La Commissione Europea ha concesso la designazione di farmaco orfano per il trattamento del mesotelioma al farmaco VS-6063 di Verastem. Si tratta di un farmaco per uso orale, che agisce sull’enzima FAK (chinasi dell'adesione focale).
Secondo le dichiarazioni dell’azienda produttrice un trail clinico randomizzato in doppio cieco sarà avviato entro la fine dell’estate.

Lo rivela uno studio condotto negli Stati Uniti

USA - I ricercatori della University of Minnesota hanno scoperto che gli operai dell'industria di lavorazione della taconite (minerale di ferro) sono soggetti ad un alto rischio di contrarre mesotelioma polmonare, rischio che aumenta in proporzione al tempo trascorso lavorando in questo settore. Tuttavia, gli stessi ricercatori hanno aggiunto di non poter affermare con certezza che l’insorgenza del cancro sia dovuta alla polvere prodotta durante l'estrazione o alla lavorazione del suddetto minerale.

La terapia funziona sul modello animale. Presto saranno pianificati i test sui pazienti

Uno studio italiano, condotto da un gruppo ricercatori dell'Università del Piemonte Orientale in collaborazione con l'Istituto San Raffaele di Milano, propone una nuovo approccio terapeutico per il trattamento del mesotelioma. Il team di ricerca ha individuato una combinazione efficace tra ascorbato (vitamina C), Egcg (epigallo-catechina-3-gallato, che è un polifenolo estratto dal tè verde) e il farmaco gemcitabina.

Sempre più diffuse le diagnosi di mesotelioma

In provincia di Alessandria sono quasi 400 all’anno i pazienti che ottengono una diagnosi di tumori rari. Particolarmente diffuso il mesotelioma, cancro noto soprattutto per il fatto di essere causato anche dall’esposizione alla fibra d’amianto. Per assistere i pazienti con maggior professionalità l’Oncologia dell’Ospedale Santi Antonio e Biagio è entrata, infatti, a far parte del network nazionale per la cura e la ricerca sui tumori rari.

VENEZIA - Il ministro della Salute, Renato Balduzzi, a Venezia alla conferenza governativa sull'amianto conclusasi sabato, si è soffermato sul tema della ricerca sul mesotelioma, definita ''una delle questioni più dolenti, perchè non si sono registrati miglioramenti apprezzabili della risposta terapeutica negli ultimi vent'anni''.
''Probabilmente - ha proseguito - si tratta di continuare ancora di più su questa strada ed è questa la ragione per cui l'Italia ha posto il problema in sede europea''.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni