La vaccinazione dei soggetti fragili è iniziata il 22 febbraio e sta proseguendo regolarmente, compatibilmente con le forniture

La Regione del Veneto ha attivato il proprio piano vaccinale in concomitanza con la partenza della campagna europea, ovvero il 27 dicembre 2020. In Veneto, a oggi, sono stati inseriti tra i soggetti destinatari dei vaccini nella Fase 1.A, che si sarebbe dovuta concludere entro la seconda settimana di febbraio, oltre agli operatori sanitari anche anziani e non autosufficienti ospitati all’interno di strutture socio-sanitarie territoriali.

A seguito del via libera da parte di AIFA all'utilizzo del vaccino AstraZeneca su tutto il territorio nazionale, anche la regione Veneto ha ripreso, a partire da sabato 20 marzo, le somministrazioni sul personale scolastico. 

FASE 1.B - POPOLAZIONE ≥ 80 ANNI
Quando: a partire dal 15 febbraio 2021

Convocazioni della popolazione più anziana, che in Veneto conta 359.169 persone, a partire dai nati nel 1941 e con il seguente ordine:

- nati nel 1941, coorte 80enni, a partire dal 15 febbraio 2021;
- nati nel 1940, coorte 81enni, a partire dal 22 febbraio 2021;
- nati nel 1939 e nel 1929, coorte 82enni e 92enni, a partire dal 8 marzo 2021;
- nati dal 1928 in su (1928, 1927, 1926, etc), coorte dai 93enni in su, a partire dal 15 marzo 2021;
- nati nel 1938, coorte 83enni, a partire dal 15 marzo 2021;
- nati nel 1932, 1931, 1930, coorti 89enni 90enni 91enni, a partire dal 22 marzo 2021;
- nati nel 1937, coorte 84enni, a partire dal 22 marzo 2021;
- nati nel 1934 e nel 1933, coorte 87-88enni, a partire dal 29 marzo 2021;
- nati nel 1936 e nel 1935, coorti 85-86enni, a partire dal 29 marzo 2021. 

La vaccinazione è condotta presso i Centri di Vaccinazione di Popolazione (CVP), previa convocazione dall’ULSS territorialmente competente. Al momento della somministrazione della prima dose è sempre garantito l’appuntamento per la seconda dose.

Clicca sull’ULSS di riferimento per conoscere le modalità di convocazione e l’elenco delle sedi dove potrai effettuare il vaccino anti Covid 19 in Veneto.
ULSS 1
ULSS 2
ULSS 3
ULSS 4
ULSS 5
ULSS 6
ULSS 7
ULSS 8
ULSS 9

FASE 2 - SOGGETTI ESTREMAMENTE VULNERABILI INDIPENDENTEMENTE DALL’ETÀ
Quando: a partire dal 22 febbraio 2021

Rientrano in questa tornata vaccinale i soggetti estremamente vulnerabili affetti da patologie severe e/o immunodeficienza rientranti nelle “Aree di patologia” individuate a livello nazionale, identificate sulla base di un maggior rischio e di condizione di fragilità.

Le persone estremamente vulnerabili che vengono contattate per la vaccinazione direttamente dai centri specialistici presso i quali sono in cura sono quelle con le seguenti patologie:
 
• Fibrosi cistica
• Insufficienza renale/ patologia renale: pazienti sottoposti a dialisi
• Patologia onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure*; pazienti con patologia tumorale maligna in fase avanzata non in remissione
• Pazienti affetti da talassemia e anemia a cellule falciformi
• Trapianto di organo solido e di cellule staminali emopoietiche*: pazienti in lista d’attesa o trapiantati di organo solido
• HIV
 
I soggetti rientranti nelle categorie sopraelencate dovranno presentarsi per la vaccinazione su appuntamento e secondo le modalità organizzative dettate dai Punti di Vaccinazione Ospedalieri dei Centri Specialisti.

In particolare, la campagna vaccinale gestita dallo IOV-Istituto Oncologico Veneto, ha visto essere convocati per la vaccinazione, nella sola giornata di sabato 6 marzo, i primi 950 pazienti (circa 800 nella sede di Padova e 150 nella sede di Castelfranco Veneto. La profilassi proseguirà in maniera intensiva per tutti i fine settimana di marzo e aprile, con l’obiettivo di vaccinare il più rapidamente possibile i 3.500 pazienti attualmente seguiti dall’Istituto.

Le persone con le patologie di seguito dettagliate dovranno procedere con la prenotazione del proprio appuntamento per la vaccinazione tramite la piattaforma vaccinicovid.regione.veneto.it
• Malattie respiratorie
Persone con fibrosi polmonare idiopatica
Persone con altre patologie che necessitino di ossigenoterapia 
• Malattie cardiocircolatorie gravi
Persone con scompenso cardiaco in classe avanzata (III-IV NYHA)
Pazienti post shock cardiogeno
• Malattie neurologiche
Pazienti con sclerosi laterale amiotrofica e altre malattie del motoneurone
Persone con sclerosi multipla
Persone con distrofia muscolare
Persone con paralisi cerebrali infantili
Persone in trattamento con farmaci biologici o terapie immunodepressive e i loro conviventi. Sono inclusi in questa categoria anche i loro conviventi*
Pazienti con miastenia gravis
Pazienti con patologie neurologiche disimmuni
• Diabete/altre endocrinopatie severe come il morbo di Addison
Tutte le persone con diabete di tipo 1 e 2
Persone con il morbo di Addison
Persone con panipopituitarismo
• Malattia epatica
Persone con diagnosi di cirrosi epatica
• Malattie cerebrovascolari
Persone che hanno subito uno stroke nel 2020 e per gli anni precedenti con ranking maggiore o uguale a 3; persone che hanno subito un evento ischemico-emorragico cerebrale con compromissione dell’autonomia neurologica e cognitiva
• Sindrome di Down
Persone con sindrome di Down, in ragione della loro parziale competenza immunologica e della molto frequente presenza di cardiopatie congenite
• Grave obesità
Persone con BMI maggiore di 35
• Malattie autoimmuni - Immunodeficienze primitive
Pazienti con grave compromissione polmonare o marcata immunodeficienza*
Pazienti con immunodepressione secondaria a trattamento terapeutico*
Sono inclusi in questa categoria anche i loro conviventi
• Disabilità (fisica, sensoriale, intellettiva, psichica)
Disabili gravi ai sensi della legge 104/1992 art.3 comma 3*
 
Per dubbi sulla reale appartenenza alle categorie soggetti vulnerabili o persone con disabilità grave è possibile fare riferimento al medico di famiglia o al numero verde regionale 800462340.
Se la piattaforma non consente la prenotazione, contattare il Medico di Medicina Generale (MMG) che provvederà a valutare il caso. Qualora accertato il possesso del requisito di appartenenza alla Categoria 1 dei “soggetti con elevata fragilità”, il MMG si metterà in contatto con l’Azienda ULSS per procedere alla prenotazione.

Per i soggetti affetti da particolari condizioni patologiche che richiedono terapie specifiche da effettuarsi in altri Paesi potrà essere valutata l’opportunità di offrire la vaccinazione per consentire l’accesso alle cure.

CAREGIVER E CONVIVENTI

Laddove presente l’asterisco * la vaccinazione sarà offerta anche ai familiari/conviventi/caregiver: le Aziende ULSS definiscono con i centri specialistici di riferimento del proprio territorio (presenti presso Aziende ULSS, Aziende Ospedaliere, IOV, altro) le specifiche modalità organizzative.

FASE 3 - POPOLAZIONE 79-60 ANNI

Successivamente (o in contemporanea, in funzione della disponibilità del vaccino) si procederà con la chiamata dei soggetti di età compresa tra 79 ed i 60 anni, partendo con la chiamata della coorte dei 79enni (nati nel 1942) e proseguendo verso le coorti più giovani.

Per questi ultimi la differenza tra le diverse ULSS territoriali è particolarmente evidente. Volendo fare due esempi: l'ULSS 1 non prevede attualmente la possibilità di prenotazione per i 70-79enni mentre l'ULSS 6 li ha ulteriormente suddivisi in due gruppi tali per cui per i 79-75enni la prenotazione avviene tramite portale mentre la vaccinazione dei 74-70enni è stata affidata ai medici di medicina generale.

COMPATIBILITÀ CON CURE TRANSFRONTALIERE

Per i soggetti affetti da particolari condizioni patologiche che richiedono terapie specifiche da effettuarsi in altri Paesi potrà essere valutata l’opportunità di offrire la vaccinazione per consentire l’accesso alle cure.

VACCINAZIONE A DOMICILIO

La vaccinazione per i soggetti rientranti nelle specifiche Fasi dell’offerta vaccinale come sopra descritta ma impossibilitati a recarsi ai punti vaccinali (non trasportabili, con difficoltà di deambulazione, etc.) verrà garantita mediante somministrazione del vaccino a domicilio in accordo con le modalità organizzative individuate dalle rispettive Aziende ULSS.

A questo link sono disponibili le FAQ regionali che raccolgono i dubbi più comuni e le relative risposte.

A questo link è possibile visualizzare il piano vaccinale e il suo stato di avanzamento in formato grafico, come predisposto dal Corriere del Veneto. 

 

Leggi anche

Vaccino COVID-19, malattie rare e disabilità: tutto quello che c’è da sapere

 Sportello legale OMaR

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Malattie rare - Guida alle nuove esenzioni

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni