Logo regione Abruzzo

Riaperta la piattaforma per disabili, fragili e caregiver. Le precisazioni per la prenotazione di caregiver e familiari conviventi

La regione Abruzzo ha reso disponibili le informazioni sull'accesso alla vaccinazione anti Covid-19 per tutta la popolazione, con specifiche indicazioni per la popolazione anziana e per le persone con fragilità sulla pagina web Abruzzo Sanità (consultabile a questo link). Su tale pagina sono indicate le diverse sezioni di accesso alla campagna vaccinale suddivise nelle seguenti categorie: ultraottantenni e persone con disabilità e fragilità; personale docente e non docente delle scuole e Università abruzzesi; personale degli asili nido pubblici e privati della regione Abruzzo; personale dei centri di formazione accreditati regione Abruzzo; operatori sanitari.

Nella Asl 1 è iniziata mercoledì 24 marzo la vaccinazione dei soggetti più fragili: chi ha patologie, dializzati, pazienti oncologici e trapiantati. Su "Il Capoluogo d’Abbruzzo" si legge che il dottor Domenico Pompei ha dichiarato: “Mercoledì (24 marzo) dovremmo iniziare con le categorie più fragili, chi ha problemi di deambulazione, i dializzati, gli oncologici, i trapiantati. Una volta completati gli over 80, perché c’è ancora una coda, si inizierà con la fascia 70-80”.

Per le categorie prioritarie si era fermata la prenotazione del vaccino sulla piattaforma regionale. L’associazione Carrozzine Determinate Abruzzo (si legge su Superando), aveva infatti segnalato che, dallo scorso 15 aprile, “tantissime persone appartenenti alle categorie prioritarie per la vaccinazione anti-Covid (ultraottantenni, persone fragili, operatori scolastici, caregiver e familiari delle persone con grave disabilità, personale sanitario) non possono più manifestare il proprio interesse alla vaccinazione stessa sulla piattaforma regionale. Si tratta di una grave criticità e chiediamo quindi alle Istituzioni della nostra Regione di risolvere rapidamente il problema”.

Le prenotazioni dei soggetti fragili erano infatti bloccate sul portale della Regione e non erano state aperte su quello delle poste, sul quale invece stavano prenotando la somministrazione del vaccino gli ultrasettantenni. A causa di questa spiacevole situazione, i pazienti fragili stavano "perdendo il posto" nella prenotazione del vaccino; posto che spetta loro in via prioritaria rispetto a tutte le altre categorie.

È per questo motivo che l’associazione Carrozzine Determinate Abruzzo ha chiesto all’assessore alla Sanità Verì e al presidente della Regione Marsilio, “di adoperarsi affinché il portale Poste venga aperto per la manifestazione di interesse anche a quelle categorie prioritarie che al momento non possono farlo”.

A seguito di tali sollecitazioni, la piattaforma regionale è stata riaperta.

Sul sito della Regione Abruzzo si legge infatti che: “per agevolare l’adesione alla campagna vaccinale da parte dei soggetti fragili e dei disabili che non si erano ancora iscritti alla piattaforma regionale (attivata lo scorso 18 gennaio), è stato riaperto il sistema per consentire la manifestazione d’interesse alla vaccinazione. Lo comunica l’assessorato alla Salute. La piattaforma è raggiungibile all’indirizzo sanita.regione.abruzzo.it Potranno aderire anche i caregiver e i familiari conviventi. Il sistema regionale è indipendente dalla piattaforma Poste (che consente le prenotazioni solo in base all’età) e le chiamate alla vaccinazione saranno gestite dalle Asl, sulla base del proprio modello organizzativo”.

DALL’ASSESSORATO ALLA SALUTE LE PRECISAZIONI SU CAREGIVER E FAMILIARI CONVIVENTI

Sul sito della regione Abruzzo, consultabile a questo link, sono state pubblicate le precisazioni su caregiver e familiari conviventi che possono iscriversi alla piattaforma regionale per la vaccinazione anti Covid-19. La comunicazione arriva dall’Assessorato alla Salute. Sul sito si legge che: “Possono esprimere la propria manifestazione di interesse al vaccino i familiari conviventi di persone estremamente vulnerabili rientranti nel seguente elenco:

  • malattie neurologiche (pazienti in trattamento con farmaci biologici o terapie immunodepressive);
  • malattie autoimmuni – immunodeficienze primitive (pazienti con immunodepressione secondaria a trattamento terapeutico e pazienti con grave compromissione polmonare o marcata immunodeficienza);
  • patologia oncologica (pazienti oncologici e onco-ematologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure);
  • trapianto di organo solido e di cellule staminali emopoietiche (pazienti in lista d'attesa o trapiantati di organo solido, pazienti in attesa o sottoposti a trapianto (sia autologo che allogenico) di cellule staminali emopoietiche (CSE) dopo i 3 mesi e fino a un anno, quando viene generalmente sospesa la terapia immunosoppressiva; pazienti trapiantati di CSE anche dopo il primo anno, nel caso che abbiano sviluppato una malattia del trapianto contro l'ospite cronica, in terapia immunosoppressiva).

Per iscriversi è necessario immettere il codice fiscale del familiare.

Possono inoltre aderire alla piattaforma i genitori (oltre a tutori e affidatari) di minori che rientrano nella definizione di estremamente vulnerabili e che non possono essere vaccinati per mancanza di vaccini indicati per la lor fascia di età.

Per questi casi è necessario immettere il codice fiscale del minore.

La piattaforma per le manifestazioni di interesse è quella regionale, raggiungibile al sito sanita.regione.abruzzo.it”.

ULTRAOTTANTENNI, PERSONE CON DISABILITÀ E PERSONE CON FRAGILITÀ

Il 18 gennaio 2021 è stata riaperta la piattaforma regionale dedicata alla manifestazione d’interesse alla vaccinazione per gli ultraottantenni, per le persone con disabilità e fragilità e per i soggetti delle altre categorie prioritarie della fase I non ricomprese nella fase di avvio della vaccinazione. Il servizio reso dalla regione Abruzzo consiste in una raccolta delle manifestazioni di interesse alla vaccinazione anticovid-19 delle figure appartenenti alle categorie individuate come prioritariamente destinatarie dell’offerta vaccinale e, quindi, attualmente è riservato agli ultraottantenni e alle persone con disabilità e fragilità.

Più precisamente le categorie che possono esprimere la manifestazione d’interesse alla vaccinazione sono:

  1. Gli ultraottantenni;
  2. Persone con fragilità in possesso di esenzione per malattie croniche e invalidanti (dovrà essere indicato il codice esenzione attualmente attivo) o in possesso di esenzione per malattia rara (dovrà essere indicato il codice esenzione che inizia con R);
  3. Persone con disabilità (ai sensi della legge 104/1992 - dovrà essere indicato il codice fiscale, cognome e nome del caregiver).

Per poter rientrare nella campagna vaccinale le persone appartenenti alle suddette categorie devono essere necessariamente residenti o domiciliate nella regione Abruzzo per motivi di assistenza, lavoro o cura e che siano seguiti dalle "cure primarie" della regione Abruzzo.

Attualmente tali categorie possono quindi prenotarsi per la vaccinazione tramite l’apposita piattaforma on line con le modalità di cui al paragrafo che segue.

Sulla pagina Abruzzo Sanità (consultabile a questo link) si legge che è possibile controllare la presenza sulla piattaforma della propria manifestazione di interesse, inserendo nuovamente i propri dati identificativi ed il sistema confermerà il tipo di manifestazione e la data di registrazione.

Inoltre, tra le informazioni riportate, si legge che sono stati recuperati automaticamente tutti i caregiver che erano stati segnalati nelle varie adesioni delle categorie “ultraottantenni con caregiver” e “con disabilità ai sensi della legge n. 104/1992” che hanno correttamente inserito, come da indicazione, codice fiscale, cognome e nome del caregiver. Per controllare la presenza basta inserire i propri dati identificativi richiesti ed il sistema confermerà l’eventuale recupero. Il sistema consente anche di modificare la propria adesione, cancellandola ed immettendo una nuova richiesta.

Infine viene specificato che la manifestazione d’interesse è riservata ai soggetti qui di seguito riportati:

  1. Caregiver di disabile grave ai sensi della legge 104 art. 3 comma 3 che forniscono assistenza continua in forma gratuita o a contratto (è necessario immettere il codice fiscale dell’assistito in possesso della legge 104 art. 3 comma 3);
  2. Familiari conviventi con disabili gravi ai sensi della legge 104 art. 3 comma 3 (è necessario immettere il codice fiscale del familiare in possesso della legge 104 art. 3 comma 3);
  3. Caregiver già iscritto in piattaforma con l’assistito (verranno riportati i dati della precedente adesione con i riferimenti ad uno degli assistiti da cui si è stati indicati come caregiver- Per questa categoria è possibile solamente il controllo e l’eventuale cancellazione dall’elenco).

COME SI ESPRIME LA MANIFESTAZIONE D'INTERESSE ALLA VACCINAZIONE?

L'adesione è libera e volontaria, non è vincolante e deve essere resa per accedere alla vaccinazione all'atto dell’avvio della campagna vaccinale seguendo il percorso di accesso indicato sulla pagina Abruzzo Sanità a questo link. Il percorso di adesione inizia cliccando sulla dicitura "accedi al servizio" e continua con l’inserimento del codice fiscale e l’identificativo della tessera sanitaria. L'adesione personale verifica l'appartenenza del richiedente al Sistema Sanitario della Regione Abruzzo.
In questo caso la piattaforma riporta automaticamente tutti i dati dell'assistito senza necessità di immissione controllando contemporaneamente la posizione assistenziale.
Nel caso la tessera sanitaria risulti scaduta o smarrita, il sistema accetta l'immissione del solo codice fiscale, ma richiede il completamento manuale dei dati anagrafici, come riportato nell'iscrizione al Servizio Sanitario.

I soggetti aderenti alla vaccinazione riceveranno successivamente dalla ASL tutte le informazioni dovute sulle caratteristiche del vaccino ai fini della sottoscrizione del Consenso Informato, necessaria prima della somministrazione dello stesso.

I NUMERI UTILI

Da contattare in caso di difficoltà nel collegamento e nell’accesso alla manifestazione d’interesse:

  • 0859218691

  • 0859218692

  • 0859218693

Si consiglia di tenere a disposizione la tessera sanitaria durante la telefonata.

Il servizio di assistenza telefonica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 17:00.

I CONTATTI DELLE URP DELLE ASL DI ASSISTENZA:

  •  ASL 201 Avezzano Sulmona L'Aquila - Telefono: 0862368685 - 0863499943 - 0864499455 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  •  ASL 202 Lanciano Vasto Chieti - Telefono: 800171718 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  •  ASL 203 Pescara - Telefono: 0854253201 / 2 / 5 / 6 / 7 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  •  ASL 204 Teramo - Telefono: 0861420401/316/319/311 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LA PIATTAFORMA DI PRENOTAZIONE DI POSTE ITALIANE

Anche la Regione Abruzzo ha aderito alla piattaforma di prenotazione di Poste italiane.

Alla piattaforma online si accede mediante il seguente link: https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/cit/#/login

Il percorso per la vaccinazione inizia con l’inserimento sulla piattaforma del numero di tessera sanitaria e del codice fiscale. Per chi non può o non riesce a prenotarsi online, sono previste altre modalità di prenotazione. È possibile infatti utilizzare un call center o il palmare in dotazione dei portalettere. Poste Italiane ha inoltre aggiornato gli ATM Postamat per consentire la prenotazione tramite tessera sanitaria.

In conclusione vi sono diverse modalità di accesso alla vaccinazione:

 

Leggi anche

Vaccino COVID-19, malattie rare e disabilità: tutto quello che c’è da sapere

 Sportello legale OMaR

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Malattie rare - Guida alle nuove esenzioni

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni