Logo regione Toscana

L’accesso alla vaccinazione è stato aperto solo ai caregiver i cui assistiti non possano sottoporsi direttamente alla profilassi

In occasione del Vaccine Day europeo, il 27 dicembre 2020 anche in Toscana sono partite le prime vaccinazioni per operatori sanitari e socio-sanitari e personale e ospiti delle RSA, che al momento sono ancora in corso e prossime alla conclusione.

È attualmente attivo un sistema di prenotazione della vaccinazione sul portale http://prenotavaccino.sanita.toscana.it/, disponibile, fino ad esaurimento dosi, solo per personale scolastico e universitario, docente e non docente, di ogni ordine e grado, forze armate e di polizia (forze armate, polizia di stato, guardia di finanza, vigili del fuoco, polizia municipale, polizie locali, ecc.) e personale degli uffici giudiziari, sempre di età compresa tra i 18 e i 65 anni (nati nel 1956).

Via libera alle vaccinazioni con AstraZeneca. Si riparte dalle ore 15.00 di venerdì 19 marzo con gli appuntamenti già prenotati e tuttora validi
Sono confermate anche tutte le prenotazioni di sabato 20 e domenica 21 marzo in calendario: i cittadini, che hanno preso l’appuntamento in queste date possono recarsi direttamente nei punti vaccinali prenotati, per ricevere la somministrazione del siero AstraZeneca. Invece, le prenotazioni per gli appuntamenti in calendario fino alle ore 14:59 di oggi venerdì 19 sono state annullate con apposito sms, già inviato ai diretti interessati. Questi ultimi avranno la priorità per riprenotarsi non appena verranno riaperte le agende sul portale regionale.

Sono al momento sospese le nuove prenotazioni, secondo le nuove disposizioni nazionali sulle priorità della vaccinazione, per personale scolastico e universitario docente e non docente e forze armate, di polizia e del soccorso pubblico. Si procede con i richiami (2° dose), secondo l’appuntamento già fissato, per chi ha già ricevuto la prima dose.

CITTADINI OVER 80

A partire da metà febbraio le persone con più di 80 anni vengono contattate personalmente dal proprio medico di famiglia che comunica loro il giorno e il luogo della vaccinazione. Per chi è impossibilitato a muoversi la vaccinazione viene effettuata al domicilio.

Dal 16 Aprile, per coloro che non hanno ancora fissato l’appuntamento per la prima dose con il proprio medico di famiglia, è possibile prenotarsi anche sul portale ed effettuare la vaccinazione presso i centri vaccinali.

Dal 21 al 25 aprile chi non è ancora stato contattato dal proprio medico di famiglia o non si è prenotato sul portale potrà accedere alla somministrazione del vaccino senza prenotazione, recandosi presso l'hub più vicino, munito di tessera sanitaria.
Per sapere l'elenco degli hub è possibile chiamare il numero verde 800 11 77 44.

SOGGETTI FRAGILI (che non hanno compiuto 80 anni ad oggi)

Seguendo le indicazioni espresse in merito dal Ministero della Salute, poi, anche la Regione Toscana ha inserito nella seconda fase del programma di vaccinazione la categoria delle persone “estremamente vulnerabili” indipendentemente dall’età, sulla base della lista di patologie contenute nella Tabella 2 delle "Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19", dalle quali dovrebbero essere interessati coloro che possono accedere prioritariamente al vaccino.

A partire dal 4 marzo le persone con elevata fragilità (persone estremamente vulnerabili e/o con gravi disabilità), che non hanno compiuto 80 anni ad oggi, devono tutte comunque registrarsi sul portale regionale (possono esserci degli intervalli di chiusura delle registrazioni). È stata abilitata, infatti, un'apposita sezione del portale per le prenotazioni. Lo stesso può essere utilizzato dai genitori di soggetti fragili con età inferiore ai 16 anni.

Tuttavia, qualora alcuni di questi soggetti “estremamente vulnerabili” non possano essere vaccinati per le loro particolari condizioni di salute, potranno essere vaccinati i conviventi o coloro che li assistono.

Persone con elevata fragilità (che non hanno compiuto 80 anni ad oggi) si distinguono in due gruppi:

  • estremamente vulnerabili (tabella 3 
  • portatrici di disabilità gravi ai sensi della legge 104/1992 art.3 comma 3 (tabella 4

Una volta fatta la registrazione, sia le persone estremamente vulnerabili in categoria A e categoria B che i disabili gravi, possono prenotare la vaccinazione sul portale inserendo il codice di prenotazione (8 cifre) ricevuto per sms. È necessario presentarsi all’appuntamento con la documentazione che attesti la patologia e/o la condizione di disabilità.

Le persone estremamente vulnerabili e/o con disabilità gravi che hanno dichiarato di essere impossibilitate a muoversi vengono contattate dalle aziende sanitarie territoriali e vaccinate a domicilio. 

GENITORI, CONVIVENTI E CAREGIVER

genitori/tutori/affidatari di minori fino a 16 anni (con gravi patologie e/o disabilità) a oggi non vaccinabili in virtù della loro età, che si sono già registrati sul portale regionale saranno inoltre contattati dalle aziende sanitarie.

Per tutti gli altri conviventi e/o caregiver delle persone affette da patologie per le quali il piano nazionale ne prevede la vaccinazione (persone estremamente vulnerabili  e persone portatrici di disabilità gravi) verrà aperto successivamente un nuovo canale sul portale per eseguirla con il vaccino AstraZeneca.

Vito D’Aloisio, Presidente di Habilia Firenze (Associazione di Paratetraplegici e altri disabili motori), ha denunciato che "la lodevole decisione della Giunta Regionale Toscana di compensare la grave mancanza (ndr della prima versione delle Raccomandazioni ministeriali ad interim) con modifiche alle indicazioni nazionali del Piano di Vaccinazione, nell’attuazione si è dimostrata tardiva e fallimentare. Lo dimostrano, come esempio lampante, i gravi difetti del programma di gestione delle prenotazioni online".

UNDER 60 CON COMORBIDITÀ - Tabella 5 delle raccomandazioni ministeriali

Il portale di prenotazione è attualmente attivo anche per le persone con comorbidità di età inferiore 60 anni, senza quella connotazione di gravità riportata per le persone estremamente vulnerabili. Gli appuntamenti saranno tuttavia fissati in funzione della disponibilità di vaccini compatibili con questo target.

PERSONE TRA I 70 E I 79 ANNI

Le persone nate negli anni dal 1941 al 1951 (che non hanno compiuto 80 anni ad oggi) possono prenotare la vaccinazione sul portale, oppure chiamare il 800 11 77 44 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00 escluso le persone con elevata fragilità (persone estremamente vulnerabili; disabilità grave).

PERSONE TRA I 60 E I 69 ANNI

Completata la vaccinazione dei 70-79enni sarà aperta la prenotazione, con le stesse modalità anche ai nati tra il 1952 e il 1961, compatibilmente con le disponibilità vaccinali.

DOSI EXTRA DI VACCINO

È possibile iscriversi tra i “riservisti” per i centri vaccinali raggiungibili entro 30 minuti dalla chiamata. Per iscriversi è necessario entrare sul portale di prenotazione nella categoria di appartenenza (personale sanitario, personale scolastico, forze dell'ordine, cittadini di età compresa tra i 70 e i 79 anni), inserire i dati anagrafici richiesti e cliccare sul tasto R per quei centri vaccinali facilmente raggiungibili ove è esaurita la disponibilità di vaccini prenotabili. Sarà inviato un sms di conferma. Nel caso in cui a fine giornata avanzino dosi di vaccino, i “riservisti” saranno contattati telefonicamente e potranno raggiungere entro 30 minuti il punto vaccinale prescelto. L’iscrizione alla lista di riserve non preclude una successiva prenotazione presso un punto vaccinale disponibile; in tal caso viene automaticamente meno l’iscrizione alle liste dei riservisti

 

Leggi anche

Vaccino COVID-19, malattie rare e disabilità: tutto quello che c’è da sapere

 Sportello legale OMaR

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Malattie rare - Guida alle nuove esenzioni

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni