Per i malati di emofilia che per i ripetuti trattamenti nel tempo hanno sviluppato inibitori del fattore otto umano da Parigi arriva una buona notizia: la Commissione Europea ha infatti dato il via libera ad un nuovo farmaco orfano, l’OB – 1, prodotto dalla multinazionale farmaceutica Ipsen, che ne ha dato annuncio pochi giorni fa in una nota. Sempre qui si annuncia che entro la fine di quest’anno dovrebbero partire i primi studi clinici. Il via libera della Commissione Euopea era attesa da tempo e si nutrivano molte speranze visto che il farmaco aveva già avuto la classificazione di orfano da parte delle autorità americane (FDA) già dal 1 marzo del 2004.     

”La decisione della commissione europea di concedere lo status di farmaco orfano all’OB-1 – afferman nella nota ufficiale Stéphane Thiroloix, Executive Vice-President della casa farmaceutica -  rafforza l'impegno Ipsen per concentrare le sue risorse e know-how sulle sue quattro aree patologiche specifiche ( oncologia, endocrinologia, neurologia ed ematologia), dove pazienti in gravi condizioni mediche rimangono senza un'adeguata risposta terapeutica. Siamo orgogliosi che le autorità europee abbiano  riconosciuto il valore medico di trattare l'emofilia in individui che hanno sviluppato inibitori contro il fattore VIII umano".  Lo sviluppo di questo farmaco è frutta di un rapporto di partnership siglato a gennaio di quest’anno con Inspiration Biopharmaceuticals, che sarà responsabile degli studi clinici e della commercializzazione.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni