REGNO UNITO – AstraZeneca e MedImmune hanno reso noti i dati relativi ad uno studio clinico di Fase IIb, denominato DETERMINE, in cui il farmaco sperimentale tremelimumab è stato valutato in regime di monoterapia per il trattamento di seconda o terza linea di pazienti con mesotelioma non resecabile. In base ai risultati ottenuti, tremelimumab non si è dimostrato in grado di raggiungere l'endpoint primario della sperimentazione, costituito dal tasso di sopravvivenza globale dei partecipanti.

Tremelimumab è un anticorpo umano selettivamente diretto contro la proteina CTLA-4 (antigene 4 associato ai linfociti T citotossici). Il farmaco è progettato per stimolare l'attivazione dei linfociti T e amplificare la reazione antitumorale del sistema immunitario.

AstraZeneca ha annunciato che i dati completi relativi allo studio DETERMINE verranno presentati nel corso di quest'anno, durante uno dei prossimi convegni medici. La società ha anche dichiarato l'intenzione di proseguire lo sviluppo clinico di tremelimumab impiegato in combinazione con altri agenti farmacologici per il trattamento di diverse forme di tumore.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il comunicato stampa di AstraZeneca.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni