Vaccinazione Covid 19: la campagna della Umbria e le modalità di accesso

Temporaneamente sospese tutte le prenotazioni di caregiver e conviventi di persone fragili dal 13 aprile

Secondo quanto riportato sul portale regionale umbro, a seguito dell'ordinanza nazionale n.6/2021 del Commissario per l'emergenza COVID-19 (leggi l'ordinanza), attualmente risultano prenotabili le vaccinazione per  le seguenti categorie:

1) Over 80 (1941 e anni precedenti)
2) Ospiti delle Strutture Semiresidenziali per non autosufficienti, sanitarie e socio-sanitarie
3) Soggetti estremamente vulnerabili clicca sopra il testo per vederne i dettagli
4) Persone di età compresa tra 70 e 79 anni (dal 1942 al 1951 compresi) che verranno contattati dal medico di medicina generale, clicca sopra il testo per vederne i dettagli 
5) Operatori sanitari e socio-sanitari ancora non vaccinati e tutti coloro che operano in presenza presso strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private
6) Soggetti delle categorie attualmente vaccinabili, risultati positivi al Covid-19  dai 90 ai 180 giorni dal riscontro della positività. 

7) Da mercoledì 28 aprile Caregiver e familiari conviventi clicca sopra il testo per vederne i dettagli

È SOSPESA la prenotazione della prima dose (verrà garantita la seconda dose) per le seguenti categorie:
a seguito dell'ordinanza nazionale n.6/2021 del Commissario per l'emergenza COVID-19 (leggi l'ordinanza)

  • il personale scolastico docente e non docente (inclusi supplenti)
  • personale universitario docente e non docente
  • studenti dell'area sanitaria
  • forze dell’ordine (Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Carabinieri, Vigili del Fuoco, Polizia Provinciale, Polizia Municipale)
  • Istituti penitenziari (Polizia Penitenziaria, Personale carcerario, Detenuti)
  • personale degli istituti penitenziari e detenuti
  • personale protezione civile
  • volontariato del soccorso pubblico

Le vaccinazioni per queste categorie possono essere prenotate tramite il portale web  Portale web: vaccinocovid.regione.umbria.it (sono disponibili le istruzioni alla prenotazione a questo link) e presso tutte le farmacie. Le persone non assistite formalmente in Umbria possono prenotare la vaccinazione solo in farmacia.

 ***********************************************************

Di seguito lo storico delle informazioni rese note attraverso il portale della Regione Umbria. [Indicazioni in vigore PRIMA DELLA SOSPENSIONE DEL 13 APRILE 2021, di cui sopra]

Le prenotazioni per la vaccinazione anti Covid-19 per i soggetti estremamente vulnerabili sono state avviate il 31 marzo. I cittadini compresi in tale categoria sono coloro che hanno una condizione patologica grave, tra quelle individuate dal Piano nazionale, e i disabili di cui alla Legge 104/1992 art. 3 comma 3. Lo comunica il commissario regionale per l’emergenza coronavirus, Massimo D’Angelo (in allegato le tabelle dettagliate, con le indicazioni sulle modalità di prenotazione per ogni condizione di patologia).

Tutti i soggetti sono stati individuati tramite gli elenchi forniti dal Sistema sanitario nazionale e grazie alla collaborazione dei medici di medicina generale.
Coloro che sono in cura presso un centro specialistico (ad esempio i dializzati o i trapiantati) saranno prenotati in accordo con i centri che li hanno in cura, al fine di armonizzare la data della vaccinazione con la terapia.

CITTADINI CON PIÙ DI 80 ANNI

Dal 12 febbraio potranno prenotarsi esclusivamente i cittadini nati nel 1940 e nel mese di gennaio 1941.
Dal 25 febbraio è attiva la prenotazione per la somministrazione del vaccino per tutti i cittadini nati nel 1939 e negli anni precedenti. Coloro che sono nati nel 1941, potranno prenotarsi progressivamente al compimento degli 80 anni, in quanto in questa fase la campagna vaccinale è riservata a tutti i soggetti che hanno appunto già compiuto 80 anni alla data della prenotazione.

La vaccinazione dei cittadini ultraottantenni avverrà con vaccino Pfizer a partire da lunedì 1 marzo e proseguirà nei mesi di aprile e maggio.

Le vaccinazioni a domicilio sono riservate ai cittadini che per condizioni particolari non potranno recarsi nei punti vaccinali e saranno effettuate con il supporto del Medico di famiglia. Da lunedì 1 marzo, i medici di medicina generale cominceranno le vaccinazioni a domicilio dei cittadini ultraottantenni impossibilitati a recarsi presso i punti vaccinali. Per questa fascia della popolazione NON è necessaria la prenotazione, in quanto coloro che vi rientrano, saranno contattati direttamente dal medico.

LA CAMPAGNA VACCINALE IN UMBRIA

Dal 31 marzo si procederà alla prenotazione e vaccinazione delle seguenti categorie:
1) Soggetti estremamente vulnerabili

Potranno prenotarsi tramite il portale web https://vaccinocovid.regione.umbria.it o in farmacia:
a) Tutti i soggetti beneficiari del codice di invalidità di cui alla Legge 104/1992 art. 3 comma 3
In merito alla vaccinazione dei soggetti estremamente vulnerabili beneficiari della Legge 104 art. 3 comma 3, si comunica che la Regione Umbria ha inserito a sistema gli elenchi pervenuti dall’INPS. Coloro che non riuscissero ad effettuare la prenotazione, in particolare chi ha ricevuto l’esenzione prima del 2010 e i soggetti minorenni, dovranno contattare il proprio medico curante esibendo il certificato cartaceo da cui si evince il riconoscimento di un handicap ai sensi della Legge 104 art. 3 comma 3. Il medico provvederà a validare la condizione posseduta e renderà possibile la prenotazione da parte del cittadino.
b ) Tutti coloro che posseggono un codice di esenzione per patologia come da "Tabella 1".

Attenzione ai codici di esenzione

  • Alcuni codici di esenzione per patologie, come da Tabella 2”, necessitano obbligatoriamente di una valutazione da parte del proprio medico curante, medico di medicina generale o pediatra di libera scelta, che determinerà la presenza o meno dei criteri per la vaccinazione.
  • Relativamente ad altre categorie, come da codici di esenzione indicati nella Tabella 3”, i pazienti saranno contattati direttamente dai propri centri di riferimento.
  • Tutti quei pazienti che pur avendo un codice di esenzione come daTabella 4”, risultano attualmente seguiti da centri extraregionali, dovranno far riferimento al proprio medico di medicina generale per la relativa prenotazione.

Dal 1 aprile si procederà alla prenotazione e vaccinazione delle seguenti categorie:
2) Persone di età compresa tra 70 e 79 anni (dal 1942 al 1951 compresi) 

Dal 6 aprile si procederà alla prenotazione e vaccinazione delle seguenti categorie:
3) Caregiver e familiari conviventi dei soggetti individuati dalla tabella disponibile a questo link.

Per prenotarsi tramite il portale dovranno accedere al sito: https://vaccinocovid.regione.umbria.it,
1) abilitarsi inserendo il proprio codice fiscale, il numero di tessera sanitaria e il codice fiscale del soggetto vulnerabile che si assiste e accedere alla prenotazione.
2) una volta effettuata la prenotazione, il modello di autocertificazione sarà prodotto assieme ai moduli allegati alla prenotazione.

L’autocertificazione dovrà essere compilata e portata il giorno dell’appuntamento per essere consegnata agli operatori.

Dal 6 aprile si procederà alla prenotazione e vaccinazione delle seguenti categorie:
4) Soggetti delle categorie attualmente vaccinabili, risultati positivi al Covid-19  dai 90 ai 180 giorni dal riscontro della positività

CAREGIVER E FAMILIARI CONVIVENTI

Da martedì 6 Aprile potranno prenotarsi tramite il portale web o in farmacia tutti i soggetti individuati nella "Tabella A" (caregiver e familiari conviventi)

Per prenotarsi tramite il portale dovranno accedere al sito: https://vaccinocovid.regione.umbria.it,
1) abilitarsi inserendo il proprio codice fiscale, il numero di tessera sanitaria e il codice fiscale del soggetto vulnerabile che si assiste e accedere alla prenotazione.
2) una volta effettuata la prenotazione, il modello di autocertificazione sarà prodotto assieme ai moduli allegati alla prenotazione.

L’autocertificazione dovrà essere compilata e portata il giorno dell’appuntamento per essere consegnata agli operatori.

Dal 1º aprile avvio della prenotazione e della vaccinazione delle persone di età compresa tra 70 e 79 anni (dal 1942 al 1951 compresi) con vaccino a vettore virale (Astrazeneca).
I cittadini saranno contattati e vaccinati dai medici di medicina generale.

 

Categorie abilitate alla vaccinazione già in precedenza
Operatori Sanitari e Sociosanitari
Ospiti e Operatori delle Strutture Residenziali per anziani sanitarie, socio-sanitarie e sociali
Ospiti e Operatori delle Strutture Residenziali per non autosufficienti sanitarie e socio-sanitarie
Volontari sanitari e socio-sanitari del settore sanitario
Operatori non sanitari che operano nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie

Categorie per cui sta proseguendo la vaccinazione:
Over 80 (1941 e anni precedenti)
Ospiti delle Strutture Semiresidenziali per non autosufficienti, sanitarie e socio-sanitarie

Categorie la cui vaccinazione è in corso:
Forze dell’Ordine (Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Carabinieri, Vigili del Fuoco, Polizia Provinciale, Polizia Municipale)
Istituti penitenziari (Polizia Penitenziaria, Personale carcerario, Detenuti)
Personale scolastico docente e non docente
Personale universitario docente e non docente
Altre categorie prioritarie già avviate (Protezione Civile, Volontariato del Soccorso Pubblico)

FISH  e FAND hanno dichiarato alla stampa locale  “oltre le incertezze relative alla tempistica, sulla base di quanto dichiarato dal Commissario Straordinario, ritengono comunque preoccupante il fatto che in Umbria non siano stati ancora indicati   precisi e chiari criteri per definire le priorità per procedere alla vaccinazione e nemmeno le modalità di somministrazione sono chiare: a casa? Presso i centri vaccinali? Se ne deve parlare  al più presto per arrivare già pronti quando ci saranno i vaccini. Su questo punto gli interlocutori istituzionali si sono assunti precisi impegni”.

Le associazioni hanno affrontato anche il tema dei caregiver familiari, sui quali però la Regione attende risposte a livello nazionale.

Riguardo al tipo di vaccino che verrà utilizzato è stato confermato che alle persone con disabilità verrà somministrato il vaccino Pfizer, non è chiaro comunque come si procederà nel caso di necessità di somministrazione a domicilio.

I Presidenti di FISH Umbria Marialuisa Meacci e di FAND Umbria Enrico Mariani, alla fine dell’incontro hanno tenuto a sottolineare che uno degli impegni più significativi è stato quello che “criteri e procedure, relative al piano di vaccinazione delle persone con disabilità, saranno da subito condivise con i medici di medicina generale e con i distretti affinché, già prima della disponibilità dei vaccini, siano pronti ad informare e ad adottare correttamente i protocolli per la somministrazione”.

Sentito il ministro della Salute, la Direzione generale della Prevenzione e il Consiglio Superiore di Sanità, l'Agenzia italiana del farmaco AIFA ha reso noto che sono venute meno le ragioni alla base del divieto d’uso in via precauzionale del vaccino AstraZeneca, emanato il 15 marzo 2021. La Regione Umbria, dunque, non appena ricevuta la disposizione da parte di AIFA, ripartirà immediatamente con le sedute previste. A coloro cui è stato sospeso l'appuntamento nelle giornate del 16-18 marzo verrà data comunicazione del nuovo appuntamento, tramite sms.

 

Leggi anche

Vaccino COVID-19, malattie rare e disabilità: tutto quello che c’è da sapere

Articoli correlati

 Sportello legale OMaR

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Malattie rare - Guida alle nuove esenzioni

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni