Generale Francesco Figliuolo

Il documento del Gen. Figliuolo riorganizza le modalità di vaccinazione per i disabili gravi. Non menziona però l’estensione della priorità a tutti i malati rari

Il Generale Francesco Figliuolo, Commissario Straordinario per l'emergenza Covid-19, ha firmato una nuova ordinanza che disciplina la prenotazione dei vaccini per le persone con disabilità e i loro caregiver in tutte le regioni italiane. 

L’Ordinanza n. 8/2021 contiene molti riferimenti operativi, sicuramente lodevoli, alle modalità di accesso alla prenotazione da garantire ai disabili con connotazione di gravita e ai loro familiari e caregiver ma senza mai menzionare i malati rari. Pur rilevando la generica utilità di questo ennesimo appello alle Regioni per garantire accesso agevolato e prioritario alla vaccinazione da parte di alcuni cittadini fragili, non si può fare a meno di rilevare come sia stata sprecata un’altra preziosa occasione di integrare alle originali Raccomandazioni ad interim del Ministero della Salute l’elenco completo delle patologie rare, ai sensi dell’Allegato 7 dei LEA del 12.01.2017, così come, tra l’altro, già fatto da Campania e Puglia e poi anche dal Lazio, in seguito alla presentazione del dossier sulle priorità vaccinali dell'Osservatorio Malattie Rare.

PRENOTAZIONE VACCINI PER I DISABILI GRAVI

Le Regioni e le Province Autonome dovranno provvedere, con immediatezza, ad attivare, ove ancora non fruibile, un portale pubblico telematico di prenotazione della seduta vaccinale dedicato alle persone con disabilità grave ai sensi dell’art. 3, comma 3, della legge 104/1992 e ai familiari conviventi, assistenti (caregiver), genitori/tutori/affidatari, attivo tutti i giorni. Inoltre, dovrà essere attivato un servizio di assistenza telefonica alla prenotazione, complementare al portale telematico dedicato.

Il sistema di prenotazione dovrà prevedere l’accesso con il Codice Fiscale e il numero di Tessera Sanitaria della persona con disabilità grave e deve richiedere il Codice Fiscale e il numero di Tessera Sanitaria anche delle altre persone da vaccinare.

VACCINAZIONE DI FAMILIARI E CAREGIVER

Alle persone con disabilità grave deve essere garantita la possibilità di prenotare la seduta vaccinale per se stessi e per i familiari conviventi, per i genitori / tutori / affidatari e 2 assistenti (caregiver), questi ultimi estensibili in situazioni da valutare singolarmente, oltre al disabile.

DISABILI GRAVI NON VACCINABILI

Alle persone con disabilità grave non vaccinabili per controindicazioni sanitarie deve essere comunque garantito l’accesso ai sistemi di prenotazione con il proprio Codice Fiscale e numero di Tessera Sanitaria per effettuare la prenotazione della seduta vaccinale dei familiari conviventi, dei genitori/tutori/affidatari e di 2 assistenti (caregiver), questi ultimi estensibili in situazioni da valutare singolarmente.

DISABILI GRAVI GIÀ VACCINATI

Alle persone con disabilità grave già vaccinate deve essere garantita la possibilità di prenotare, sempre attraverso il proprio Codice Fiscale e numero di Tessera Sanitaria, la seduta vaccinale per i familiari conviventi, genitori / tutori / affidatari, 2 assistenti (caregiver), questi ultimi estensibili in situazioni da valutare singolarmente.

VACCINAZIONE DEI GENITORI DI DISABILI GRAVI

Alle persone minori con disabilità grave, non vaccinabili per mancanza di vaccini indicati per la loro fascia di età, dovrà essere garantito l’accesso ai sistemi di prenotazione con il proprio Codice Fiscale e il numero di Tessera Sanitaria per effettuare, attraverso un genitore / tutore / affidatario, la prenotazione della seduta vaccinale dei familiari conviventi, dei genitori / tutori / affidatari e di 2 assistenti (caregiver), questi ultimi estensibili in situazioni da valutare singolarmente.

VACCINAZIONE DOMICILIARE

Le Regioni e le Province Autonome dovranno provvedere inoltre, sempre con la massima tempestività, ad assicurare la vaccinazione anche nei confronti dei portatori di handicap grave ai sensi della Legge 104 che si trovino in condizione di assistenza continuativa domiciliare e impossibilitati a recarsi presso le sedi vaccinali, inviando al loro domicilio team vaccinali dedicati. In parallelo dovrà essere garantita la possibilità di prenotare la somministrazione vaccinale per i loro familiari conviventi, assistenti (caregiver), genitori / tutori / affidatari.

 

Leggi anche

Vaccino COVID-19, malattie rare e disabilità: tutto quello che c’è da sapere

 Sportello legale OMaR

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Malattie rare - Guida alle nuove esenzioni

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni