La tartaruga Maria Stuarda

Un eBook interattivo e un’APP per accompagnare bambini e ragazzi nel percorso terapeutico

Milano – In Italia si ammalano di tumore circa 2.500 tra bambini e adolescenti, con tassi di sopravvivenza compresi tra l’80 e il 90%. Quando una famiglia viene travolta da camici, medicine e lunghe assenze da casa, molteplici sono i dubbi e le paure. Consapevoli che la conoscenza sia il miglior antidoto contro la paura, LILT Milano e Monza Brianza e l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano presentano il progetto “Te lo spiego io”.

L’APP e l’eBook di “Te lo spiego io”, editi dal Centro Leonardo Education, sono scaricabili gratuitamente in 7 lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, romeno, arabo, cinese) e si compongono di 29 filmati, giochi didattici, strumenti di apprendimento e un album con stickers, per accompagnare i piccoli pazienti oncologici nel percorso terapeutico.

I filmati, nei quali il linguaggio è adeguato e il tono della voce narrante è amichevole e accogliente, illustrano l’ambiente ospedaliero, le modalità dei principali accertamenti diagnostici e le terapie. I giochi didattici e l’album corredato da stickers intrattengono i bambini sia durante l’attesa in ospedale che durante il tempo libero. Gli strumenti di apprendimento interattivi aiutano nell’acquisizione di nuove competenze da spendere non solo a scuola, ma anche con gli amici. I piccoli pazienti potranno scaricare inoltre, gratuitamente, un libro multimediale interattivo edito dal Centro Leonardo Education da condividere con amici e compagni.

All’interno dell’eBook e dell’APP seguiamo Maria Stuarda, la piccola tartaruga mascotte del reparto di Pediatria Oncologica, che si ammala e che aiutiamo a guarire. Insieme a lei conosciamo lo staff di medici, infermieri ed educatori che si prenderanno cura del bambino, impariamo a capire a quali cure è necessario sottoporsi, quali precauzioni dobbiamo prendere e perché. Non dimentichiamo, però, che i bambini hanno diritto a giocare e a studiare, quindi, insieme a Maria Stuarda, è possibile provare le diverse attività ludiche, dedicarsi allo sport e anche allo studio.

Le parole della dott.ssa Maura Massimino, medico-chirurgo e direttore del reparto di Pediatria Oncologica dell’INT, rendono chiaro l’obiettivo primario di questo progetto: “Ci proponiamo di illuminare la realtà della malattia e accompagnare il piccolo paziente e la sua famiglia nel percorso di cura con un linguaggio 'misto', quale è quello usato oggi, soprattutto dai più giovani”. L’accompagnamento è realizzato infatti attraverso la definizione descrittiva, visiva e interattiva, in parte con idee ed immagini realizzate da altri pazienti, delle diverse tappe che coincidono con le possibili necessità diagnostiche e terapeutiche di ogni bambino.

Il nostro Istituto è legato a LILT da un rapporto di grande collaborazione e impegno che mette da sempre al centro i pazienti e vuole sostenerli durante tutto il faticoso percorso della malattia”, commenta Marco Votta, Presidente Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. “Ci accomunano due importanti obiettivi: l’umanizzazione delle cure e la grande attenzione al benessere fisico e psicologico dei malati partendo proprio dai più piccoli, di cui questa iniziativa è un concreto esempio. Voglio quindi ringraziare, a nome di tutto l’Istituto, l’Associazione per essere sempre presente nella quotidianità e per le innumerevoli attività rivolte ai malati e ai loro familiari”.

“Te lo spiego io” è stato sostenuto dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) di Milano e Monza Brianza. “LILT sostiene la Pediatria Oncologica dell’Istituto fin dalla sua nascita nel 1968”, spiega il presidente Marco Alloisio. “Siamo orgogliosi di avere reso possibile un nuovo progetto che si propone di rendere comprensibile la malattia ad ogni età, dando risposta a dubbi e curiosità naturali durante le cure. È il nostro modo di essere sempre più vicini ai bambini e alle loro famiglie nell’intento di migliorarne la qualità della vita, in armonia con lo straordinario lavoro di medici e operatori”.

Il progetto è stato diretto da Alberto Pian con la supervisione della dott.ssa Maura Massimino; ideato dal team project composto da Daniela Bisotti, Ugo Falace, Andrea Elia Gazzi e Monica Giovanetti; con la regia dei filmati di Oreste Gallina e Alberto Pian e con interprete Betta Cucci nel ruolo di guida e voce narrante. La realizzazione ha visto la collaborazione di medici, infermieri, operatori, insegnanti, educatori che prestano servizio presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

Uno dei valori principali che traspare da questo strumento è la “comunicazione” tra la struttura ospedaliera, lo staff e le famiglie, per veicolare le informazioni nel miglior modo possibile ed aiutarle ad affrontare la situazione. Ma anche tra i bambini, che si aiutano a vicenda per superare la malattia.

“Te lo spiego io” potrà essere ripreso e adattato anche ad altre realtà ospedaliere, previo accordo con LILT Milano Monza e Brianza, Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e Centro Leonardo Education.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito web dedicato al progetto.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni