L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, guidato dal prof. Bruno Dallapiccola, è certamente uno dei centri più attrezzati in Italia ad affrontare il tema delle malattie rare, a partire dalla diagnosi fino alla presa in carico del bimbo malato grazie all’intervento di equipe multidisciplinari, fondamentali soprattutto per quelle malattie che colpiscono più organi e che, altrimenti, richiederebbero di girare da un medico all’altro. Per questo molte famiglie, provenienti da ogni parte d’Italia, si rivolgono al centro romano affidandosi all’Ambulatorio Pediatrico delle Malattie Rare diretto dal dottor Andrea Bartuli.

Proprio qui, per rispondere alla complessità di intervento richiesto da queste malattie, sono stati messi a punto degli specifici percorsi diagnostico – assistenziali multidisciplinari suddivisi per gruppi di malattie o talvolta anche specifici per una singola patologia. “Grazie a questi – spiega il dottor Bartuli - i bambini e le loro famiglie vengono accolti dagli specialisti necessari alla gestione delle diverse malattie rare, contemporaneamente presenti e coinvolti nella diagnosi, nel trattamento e nel monitoraggio del paziente”. Sul portale web dell’ospedale, dove c’è un’intera sezione dedicata alle malattie rare, è disponibile l’elenco di tutti i percorsi assistenziali, per ognuno di questi viene indicato il responsabile del servizio con tanto di riferimento telefonico e contatto e-mail, un servizio semplice da usare che può facilitare la ricerca, talvolta non poco complicata, di centri di riferimento che offrano un’assistenza specifica.

Attualmente i percorsi pubblicati sul sito dell’OPBG riguardano, oltre ad uno specifico per le malattie non diagnosticate, le febbri ricorrenti e sindromi autoinfiammatorie, le Malattie Respiratorie Geneticamente Determinate e le malattie neuromuscolari (SMA, distrofie Duchenne e Becker), le miopatie e distrofie muscolari congenite; le malattie metaboliche, la Sindrome di Alport, le malattie tubolari renali, la malattia di Kawasaki, le genodermatosi (l’Ospedale è uno dei più competenti per quanto riguarda l’epidermolisi bollosa, nota anche come sindrome dei bambini farfalla), le dislipidemie rare e le malformazioni cranio facciali, tra le quali la sindrome di Treacher-Collins e quella di Nager e infine vi è uno speciale percorso protetto per le vaccinazioni su bambini che potrebbero essere a rischio  a causa di precedenti reazioni avverse alle vaccinazioni. Per vedere comunque l’elenco completo delle patologie affrontate con specifici percorsi si consiglia di visitare direttamente la relativa pagine del sito web dell’ospedale (clicca qui).     

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni