WEEKIDNEY

Medici di medicina generale e nefrologi insieme per la diagnosi precoce

Milano - Un italiano su 10 soffre di malattia renale cronica (MRC), ma nella maggior parte dei casi non ne è consapevole. La malattia, infatti, può restare a lungo asintomatica. La diagnosi tardiva può causare il progressivo declino della funzionalità renale, rendere le terapie meno efficaci, fino a portare alla necessità di sottoporsi a dialisi o a trapianto di rene. Inoltre, la malattia renale si accompagna a un notevole aumento di comorbilità e mortalità cardiovascolare.

Ricerca

L’obiettivo è trovare una soluzione completamente automatizzata per l’individuazione rapida e accurata della patologia

Saluggia – L’azienda Diasorin annuncia lo sviluppo del primo test completamente automatizzato per la diagnosi dell’epatite Delta (HDV), rivolto al mercato statunitense sulla piattaforma Liaison XL®. Identificato come Breakthrough Device dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense, il test aiuterà nella diagnosi di epatite delta nei soggetti a rischio di infezione già affetti dal virus dell’epatite B (HBV). Lo sviluppo del test diagnostico sarà supportato da Gilead Sciences.

Presentazione Libro bianco sull'anemia da malattia renale cronica

Il documento è stato realizzato con il contributo della Società Italiana di Nefrologia, della Fondazione Italiana del Rene e delle associazioni di pazienti attive nell'area  

Roma – “La concomitanza di dialisi e anemia mi ha devastato fisicamente e moralmente”. “È come muoversi con un macigno sempre poggiato sulle spalle”. “Semplici movimenti quotidiani risultano faticosissimi”. “Ho dovuto rinunciare a tante cose. La mia vita sociale è molto ridotta e questo mi fa sentire fragile”. Le parole di chi convive con anemia da malattia renale cronica (MRC) restituiscono il peso di una condizione invalidante. Una sensazione di stanchezza cronica, malsana, che impatta concretamente sul vissuto quotidiano. Un fardello che impedisce semplici attività quotidiane, di cui si fa fatica anche a parlare. Perché per descriverla, dati i sintomi aspecifici, è difficile anche trovare le parole. Perché ci sono bisogni taciuti e sottostimati che pesano come macigni sulla qualità di vita, cui si aggiunge il peso del vuoto a livello di formazione e comunicazione, ma anche organizzativo e gestionale. Un gap da colmare.

Giornata Mondiale Ictus

Il 29 ottobre è la Giornata dedicata alla patologia: #PiuFortidellIctus il tema scelto quest’anno, per ribadire l’importanza della prevenzione 

Roma – Principale causa di disabilità nel mondo, l’ictus cerebrale colpisce, ogni anno, più di 12 milioni di persone ma è fondamentale sapere che fino al 90% di questi casi potrebbero essere evitati, correggendo quelli che sono i principali fattori di rischio. In occasione della Giornata Mondiale 2023 contro l’ictus cerebrale, che si celebra il 29 ottobre, la World Stroke Organization lancia il tema #PiuFortidellIctus (#GreaterThanSktroke) per ribadire che ben 9 ictus su 10 potrebbero essere prevenuti grazie a stili di vita adeguati, seguendo una alimentazione corretta, bilanciata e sana come quella prevista dalla dieta mediterranea, astenendosi dal fumo, controllando pressione arteriosa, colesterolo, glicemia e fibrillazione atriale, oltre che limitando il consumo di alcol.

Fegato

Gli esperti: “Il 57% della spesa a carico della malattia riguarda costi sanitari diretti, la maggior parte dei quali è relativa ai ricoveri ospedalieri” 

Roma - In occasione del XLIV Congresso nazionale della SIFO (Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Sanitarie), recentemente svoltosi a Roma, si è tenuto l'evento dal titolo “Innovazione nel trattamento dell'HDV, la meno conosciuta ma la più aggressiva tra le epatiti virali”.

Malattie Reumatiche, ANMAR: "Tutte le regioni attivino tavoli e gruppi di lavoro"

A un anno mezzo dall’approvazione, all’unanimità del provvedimento da parte del Parlamento, l’Associazione e l’Osservatorio CAPIRE denunciano una situazione di stallo

Tutte le Regioni e le Provincie Autonome devono istituire i tavoli e i gruppi di lavoro sulle patologie reumatologiche. Bisogna al più presto coinvolgere i rappresentati degli oltre 5 milioni e mezzo di pazienti italiani. La denuncia è giunta ieri, in occasione della Giornata Mondiale del Malato Reumatico, da ANMAR (Associazione Nazionale Malati Reumatici) e dell’Osservatorio CAPIRE che sempre nella data odierna  hanno organizzato a Roma un convegno nazionale a cui partecipano anche i rappresentanti dei clinici e delle istituzioni nazionali e locali.

EMA

Gli studi di Fase III sul farmaco hanno mostrato una risposta a lungo termine nella clearance cutanea e nel controllo del prurito

Barcellona (SPAGNA) – Il Comitato per i Medicinali per Uso Umano (CHMP) dell'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) ha emesso un parere favorevole in merito all’approvazione di lebrikizumab (nome commerciale Ebglyss) per il trattamento di pazienti adulti e adolescenti (di età pari o superiore a 12 anni e con peso corporeo di almeno 40 kg) affetti da dermatite atopica da moderata a grave, che sono candidati per la terapia sistemica.

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni